Pagine

martedì 5 agosto 2008

Arrivano i nostri ...


Ieri mattina alle 6.30, con puntualità teutonica, dalla caserma Santa Barbara di via Perrucchetti a Milano, è partito un piccolo contingente di militari armati di fucile mitragliatore AR 70 Sc. Già alle 7 i soldati avevano presidiato le 12 postazioni previste nel capoluogo lombardo: nove "posti fissi" e tre "pattuglie appiedate".

A regime saranno circa 3000 i soldati impegnati sul territorio nazionale, così come avvenuto nel 1992, con l'operazione vespri siciliani (contro la mafia), i cittadini italiani, grazie alle forze armate, avranno garantita la loro sicurezza (contro chi?).

Stop, bene la prima .... grazie adesso vado a farmi una bella granita all'antica Sicilia, tanto per riprendere confidenza con l'aria di casa ... sai tra neanche 4 giorni iniziano le ferie ... ops ero ancora in diretta? Si è sentito?

Fanno sorridere (o piangere?) le dichiarazioni del ministro della difesa Ignazio La Russa il quale ha affermato che solo i post-sessantottini possono essere contrari a quest'operazione. Onestamente, sconoscevo questo pregressa esperienza del primo cittadino romano Alemanno che proprio non ne vuol sentir parlare di vedere, in piena stagione turistica, la città eterna con militari armati in giro, neanche si trattasse di intercettare qualche cecchino imboscato in un appartamento della devastata Sarajevo.

Se sull'immagine che i turisti in giro per le nostre città possono farsi, i dubbi restano, sulla presunta utilità, preferisco affidarmi a dei professionisti come Nicola Tanzi, segretario del SAP (sindacato autonomo di polizia) che ha affermato testualmente:
... no ad una nuova forza di polizia militare perche' rischia di creare soltanto problemi alla gestione concreta della sicurezza e di assorbire inutilmente risorse ...

Infine, da ex militare di leva, penso a quei professionisti addestrati a sostenere azioni di combattimento in guerra, ed umiliati oggi a dare la caccia a qualche vu cumprà ... per permettere ad Ignazio Jouer ed a qualche suo alleato "padano", di villantare crediti con i propri elettori che a loro si erano affidati per garantire davvero la sicurezza nel nostro paese.

2 commenti:

Nico ha detto...

..ha ragione La Russa, dipendesse da me userei anche l'olio di ricino!! Il buonismo e lassismo della passata legislatura aveva ulteriormente fatto affondare il nostro paese, nelle sabbie mobili dell'illegalita'!!Italia paese del bengodi!!! Manganelli e militari va benissimo...per i nostri e per gli extra delinquenti!!!..e sempre Forza Catania!!!

Filippo MI ha detto...

Nico potrei essere d'accordo sul fatto che la scorsa legislatura non abbia contribuito ad aumentare la sicurezza del paese né, ed a me pare pure peggio, diminuire gli sprechi nella pubblica amministrazione.

Ma con un presidente del consiglio come l'attuale, parlare di illegalità è come parlare di corda a casa dell'impiccato ... ed i provvedimenti nella sua agenda mi pare siano una contraddizione in termini (pensa al lodo alfano o alla legge per limitare le intercettazioni od interrompere i processi).

Sull'olio di ricino inutile dire quanto quei metodi siano lontani dalla mia concezione di democrazia ... se proprio devo andare di corpo ... preferisco lo yogurt che sponsorizza la Marcuzzi :)